/News Dettaglio
­

Quali sono i materiali utilizzati per i piani di lavoro delle cucine?

Quali sono i materiali utilizzati per i piani di lavoro delle cucine?
Come scegliere il piano cucina Ecco un breve elenco dei principali materiali utilizzati: Piani in quarzo: sono realizzati impastando delle resine con polveri di pietra; i piani in quarzo offrono un’ampia gamma di colori e finiture e garantiscono elevata igiene grazie alla facilita’ di pulizia. Presentano un buon grado di resistenza alle abrasioni e alle rotture. Sono oggi molto utlizzati nelle cucine come paini di lavoro in alternativa ai piani in laminato e ai piani in pietra naturale . Piani in marmo: il marmo offre una elevata varietà di sfumature che gli conferiscono notevoli qualità estetiche. E’ costituito principalmente da carbonato di calcio, perciò necessita di particolare attenzione nell’utilizzo a causa della porosità della sua struttura che tende ad assorbire liquidi, provocando inestetiche macchie scure se non pulito in breve tempo. Piani in granito: caratteristica principale di questo materiale è la compattezza della struttura che garantisce una elevato grado di resistenza e durezza. La presenza di zone microporose comporta che si debba prestare una certa attenzione all’eventuale assorbimento di liquidi, anche se le macchie tendono a ridursi naturalmente dopo qualche mese. Piani in laminato: attualmente molto diffusi per il buon rapporto qualità/prezzo, hanno notevole resistenza ai liquidi, al calore, ai detergenti e sono altamente igienici. Nella pulizia si sconsiglia l’utilizzo di materiali abrasivi che potrebbero consumarne la superficie.