La cucina è indubbiamente il cuore pulsante della nostra casa: la vogliamo pratica, accogliente e funzionale, ma soprattutto deve assecondare il nostro gusto estetico. In questo ambiente i materiali protagonisti sono principalmente due: laccato e laminato? Quali sono le rispettive caratteristiche e come cambia la loro manutenzione?

Oysterdec_B_02 (1)Dal punto di vista tecnico, il laminato è un rivestimento composto da fogli impregnati di resine fenoliche, applicati a pannelli lignei. Il genere più diffuso è denominato HPL (High Pressure Laminate), poichè i fogli vengono incollati tra loro tramite una forte pressione combinata al calore. Lo spessore di questo rivestimento varia da 0,6 a 1,2 mm e sostanzialmente lo spessore determina la qualità, e il prezzo, finale della cucina: esistono laminati di altissima qualità, con caratteristiche tecniche molto performanti e di conseguenza con un costo maggiore, e altri più economici che ci daranno una cucina dall’aspetto gradevole e dal costo contenuto. Si tratta di un materiale igienico, impermeabile e resistente, che offre infinite possibilità di finiture e nuance. Ne esistono versioni lucide (che imitano il laccato o il vetro), opache, ma anche goffrate: può imitare perfettamente il legno, la pietra o il marmo. E’ resistente all’acqua, al calore ed al vapore e per igienizzarlo basta un panno morbido e un detergente neutro. Da evitare l’impiego di pagliette in acciaio e le creme abrasive: utilizzare dell’aceto diluito per eliminare eventuali macchie di calcare.

laccata

laccata

Il laccato, proposto anch’esso in un’infinità di colori, non ha la possibilità di avere un effetto legno: la verniciatura a poro aperto può però lasciare intravedere la venatura del pannello sottostante. La laccatura con vernici poliuretaniche è realizzata in genere su supporti in fibre di legno e può essere opaca, lucida o metallizzata. Una cucina laccata è un po’ più delicata di una laminata e infatti molto spesso, ultimamente, vengono abbinate entrambe le finiture: laminato per le basi che sono più soggette all’uso e agli urti e laccato per i pensili. Il laccato inoltre è soggetto a cambiamenti cromatici se sottoposto a luce solare diretta: i migliori brand del settore utilizzano però vernici con un’eccellente resistenza alla luce e realizzano laccature a più strati. Anche il laccato si pulisce con detersivi non abrasivi su un panno morbido o in microfibra.

Stai pensando di cambiare la tua vecchia cucina e non sai cosa scegliere? Oppure stai mettendo su casa per la prima volta e sei indeciso su quale sarà la soluzione più adatta alle tue esigenze?

Fatti consigliare dai nostri esperti arredatori.

Chiamaci allo 0119452457 oppure visita in nostro showroom a Poirino, in via Torino 7.